Lasek e PRK in Turchia

Scritto da Mora Risitas

Tutto su LASEK e PRK in Turchia! Qual è il prezzo medio a Istanbul? I nostri consigli per un trattamento laser degli occhi di successo.

Miglioreclinica.com ti informa su Lasek/PRK in Turchia e ti aiuta a prenotare un’operazione con chirurghi qualificati. Questo contenuto è fornito solo a scopo informativo e non è destinato a sostituire il consiglio di un professionista medico.

Quanto costa un PRK Lasek in Turchia ?

Il costo medio di un trattamento laser oculare PRK Lasek in Turchia, in Istanbul è di 1200 €. Il prezzo minimo è 1000 € e il prezzo massimo è 1400 €.

InterventoPrezzo Turchia
PRK Lasek1200 €

Cos’è il LASEK?

LASEK (LASer Epithelial Keratomileusis) è una procedura di chirurgia refrattiva relativamente nuova che è tecnicamente una variazione della PRK (cheratectomia fotorefrattiva). La differenza è che mentre nella PRK l’epitelio viene rimosso, nella LASEK viene conservato e sostituito. Di conseguenza, la LASEK è meno dolorosa e la guarigione è più veloce della PRK.

La LASEK è usata principalmente per i pazienti le cui cornee sono troppo sottili o troppo piatte per la chirurgia LASIK. È stato sviluppato per ridurre l’incidenza delle complicazioni che sorgono quando il lembo creato durante la LASIK non dovrebbe essere di spessore o diametro ideale.

Prima del LASEK

Prima del suo trattamento LASEK, avrà un esame oculistico dettagliato. Metteremo delle gocce dilatanti nei tuoi occhi ed esamineremo accuratamente la tua retina. Dovrebbe rimuovere le sue lenti a contatto morbide almeno 1 giorno (idealmente 1 settimana) prima dell’esame e del trattamento laser. Per le lenti a contatto dure e gas permeabili questo periodo è di 3 settimane.

Il giorno del trattamento laser, si prega di non indossare trucco (occhi e viso), crema, idratante, profumo o dopobarba. Non bere troppe bevande con caffeina. Poiché la stanza del trattamento laser è fredda, indossa abiti caldi e comodi. Se deve sottoporsi al trattamento laser durante il giorno, porti degli occhiali da sole senza prescrizione.

Prima dell’operazione LASEK, lei sarà informato in dettaglio sulla procedura. Ti verrà detto come ti sentirai in ogni fase e cosa dovrai fare. Una volta che la preparazione mentale e le scartoffie sono completate, inizierà la preparazione medica.

Prima del trattamento LASEK, i suoi occhi saranno anestetizzati con gocce e l’area intorno ai suoi occhi sarà pulita con una soluzione disinfettante. Una volta che vi siete rilassati sulla sedia da massaggio, vi inviteremo nella stanza del laser. Sarete aiutati a sdraiarvi sul letto laser, che si sposterà automaticamente verso l’eye tracker e il laser. Ulteriori gocce possono essere messe nei vostri occhi, e un foglio adesivo trasparente sarà messo sopra i vostri occhi per proteggere i vostri occhi da ciglia e sopracciglia non sterili.

Le fasi della procedura LASEK sono le seguenti:

  1. Nella LASEK, l’epitelio, o strato esterno della cornea, è ammaccato come la lettera C con una lama sottile chiamata trephine.
  2. Il chirurgo copre poi l’occhio con una soluzione alcolica per circa 30 secondi. La soluzione allenta i bordi dell’epitelio. Separa l’epitelio dallo strato di stroma sottostante.
  3. Dopo aver eliminato la soluzione alcolica dall’occhio, il chirurgo usa una piccola zappa per sollevare il bordo del lembo epiteliale,
  4. e ripiegarlo delicatamente per esporlo.
  5. Il chirurgo usa poi un laser ad eccimeri, come nella LASIK o PRK, per scolpire il tessuto corneale sottostante.
  6. Il lembo epiteliale viene poi rimesso sull’occhio con una spatola.
  7. Come con altre forme di trattamento laser, la cornea viene rimodellata per una messa a fuoco ideale.

In molti modi, quello che ci si può aspettare dalla LASEK è simile a quello che ci si può aspettare dalla PRK. I pazienti di solito indossano una lente a contatto bendata per circa quattro giorni. Si può verificare qualche irritazione agli occhi il primo o il secondo giorno dopo la procedura. Inoltre, il tempo necessario per riacquistare una buona visione è spesso più lungo – fino a quattro o sette giorni, anche se questo varia da persona a persona.

LASIK vs. LASEK

La differenza più importante tra LASIK e LASEK è il tempo di guarigione. Alcuni pazienti LASIK possono vedere fino al 150% il giorno dopo il trattamento. I pazienti LASEK, d’altra parte, vedono sfocato per alcuni giorni mentre l’epitelio guarisce, il che richiede circa 3 giorni. Il “wow” nei pazienti LASEK è graduale, non immediato come nei pazienti LASIK. Mentre molti pazienti guidano e vanno al lavoro dopo l’intervento LASIK, questo non è il caso della LASEK, poiché ci vogliono alcuni giorni perché l’epitelio guarisca. Pertanto, è importante organizzare gli orari di lavoro, la cura dei bambini e i viaggi di conseguenza.

Le persone che non sono eleggibili per la LASEK sono i pazienti:

  • con malattia vascolare non controllata
  • con una malattia autoimmune
  • che sono immunocompromessi o che assumono farmaci e/o trattamenti che sopprimono il sistema immunitario
  • avere segni di cheratocono (eccessiva rigidità della cornea)
  • che possono avere una storia di formazione di cheloidi
  • sono incinte o stanno allattando
  • avere una o più malattie o anomalie oculari residue, ricorrenti o attive, eccetto la miopia, l’ipermetropia o l’astigmatismo in uno dei due occhi
  • con una o più malattie attive o residue che possono influenzare la capacità di guarigione delle ferite
  • grave miopia, ipermetropia o astigmatismo al di fuori dei limiti approvati dalla Food and Drug Administration (FDA)
  • diabete instabile o non controllato
  • miopia o ipermetropia progressiva
  • glaucoma incontrollato

Rischi del LASEK

Rischi della cheratectomia subepiteliale laser-assistita (LASEK):
La LASEK è generalmente accettata come una delle modalità di trattamento per la correzione della vista con il laser più sicura. I rischi associati alla chirurgia LASEK sono elencati di seguito. Tenga presente che queste complicazioni sono rare:

Complicazioni che possono verificarsi durante l’operazione:

Il lembo epiteliale può essere spinoso. In questo caso, il lembo può essere rimosso. Di conseguenza, il trattamento LASEK si trasforma in un trattamento PRK. Questo significa che il tempo di recupero e il disagio possono aumentare.

Complicazioni che possono essere osservate dopo l’operazione:

  • Perdita della vista: la chirurgia LASEK può alla fine provocare la perdita della vista o la perdita della visione meglio corretta. Questo può essere dovuto a un’infezione (interna o esterna), a un’irregolarità corneale o a una cicatrice, e può richiedere un ulteriore trattamento medico o chirurgico. Queste complicazioni sono estremamente rare, ma sono state riportate in Cina, Ungheria, Romania, Taiwan e India.
  • Effetti collaterali visivi: altri disturbi che possono verificarsi dopo l’intervento LASEK includono: anisometropia (differenza di potenza tra i due occhi); anisekonia (differenza di dimensioni dell’immagine tra i due occhi); visione fluttuante durante il giorno e da un giorno all’altro; sensibilità aumentata o ridotta alla luce che può essere inabilitante per qualche tempo e può non scomparire completamente; abbagliamento e aloni intorno alle luci che possono non scomparire completamente. Con i laser di nuova generazione come quelli che usiamo e uno screening attento, questo non è un problema che incontriamo.
  • L’annebbiamento può essere visto in particolare nei trattamenti ad alte diottrie, specialmente a partire da 6 diottrie. L’uso della mitomicina può estendere la zona sicura del trattamento a diottrie più alte.
  • Si possono osservare reazioni allergiche alle gocce anestetiche, all’alcool o all’acqua distillata salina. In questo caso, le palpebre possono gonfiarsi, il rossore e qualche disagio possono verificarsi per alcuni giorni.
  • Altri rischi: Altre complicazioni rare sono state riportate: formazione di ulcere corneali, ptosi (palpebra cadente), gonfiore corneale, intolleranza alle lenti a contatto. Possono anche verificarsi complicazioni che richiedono ulteriori procedure correttive, compreso il trapianto parziale (lamellare) o completo di cornea da un donatore.
  • È anche possibile che il laser ad eccimeri non funzioni bene e interrompa la procedura. Poiché è impossibile elencare tutti i rischi potenziali di un intervento chirurgico o di una procedura, questa lista non include tutti i problemi che potrebbero verificarsi.
  • Complicazioni scoperte più tardi: Dovete essere consapevoli che possono verificarsi altre complicazioni non segnalate in precedenza. Anche se questo trattamento è noto da circa 8-9 anni, i risultati a lungo termine possono rivelare ulteriori rischi e complicazioni.

Altri problemi che non sono classificati come complicazioni ma che possono richiedere attenzione sono la sovracorrezione o la sottocorrezione: Lei potrebbe non ottenere il risultato desiderato dalla chirurgia LASEK. Alcune procedure risultano in una sottocorrezione dell’occhio. In questo caso, può essere eseguito un ulteriore intervento chirurgico per migliorare il risultato iniziale. È anche possibile che il vostro occhio sia sovracorretto al punto di diventare ipermetrope (trattando troppo la miopia) o miope (trattando troppo l’ipermetropia). È possibile che i vostri risultati iniziali regrediscano nel tempo. In casi molto rari, possono essere necessari ulteriori trattamenti, occhiali o lenti a contatto per correggere la vista.

PRK

Cos’è il PRK?

La PRK (cheratectomia fotorefrattiva) comporta la rimozione (modellamento) del tessuto corneale mediante la luce (laser) per ottenere la correzione refrattiva desiderata. La PRK è il primo trattamento laser di correzione della vista offerto alle persone che dipendono dagli occhiali o dalle lenti a contatto. Tecniche laser più recenti e più favorevoli al paziente come LASIK e LASEK hanno relegato la PRK al terzo posto agli occhi dei chirurghi refrattivi.

Quali sono i benefici della PRK?

Uno dei vantaggi del metodo PRK è che è una procedura chirurgica facile. Anche un chirurgo oculare alle prime armi può eseguire la chirurgia PRK dopo aver visto qualche video. Ma la programmazione precisa del laser Excimer per la visione desiderata richiede anni di esperienza, poiché il metodo chirurgico di ogni medico e i fattori ambientali richiedono la costruzione di nomogrammi speciali per specifiche prescrizioni ed età. Un altro vantaggio della PRK è che è una procedura laser rapida, indolore e senza sangue. La PRK consuma meno tessuto corneale della LASIK. La PRK o la LASEK diventano la scelta ovvia quando lo spessore della cornea è critico (=cornea sottile).

Quali sono gli svantaggi della PRK?

Uno degli svantaggi della PRK è il periodo di recupero lento e doloroso. Anche se molte tecniche speciali, come le lenti a contatto a benda, sono state sviluppate per alleviare il dolore post-operatorio, ci si può aspettare un certo disagio per 2-5 giorni. Anche la vista è offuscata durante questo periodo. Questo può ritardare la ripresa della “vita normale” per i pazienti PRK, cosa che avviene il giorno dopo per i pazienti LASIK. Poiché la PRK è una tecnica che danneggia l’epitelio corneale, ci si deve aspettare una visione chiara dopo che l’epitelio si è completamente rigenerato (da 2 a 15 giorni). Può anche richiedere fino a sei mesi per raggiungere il risultato visivo finale e le gocce modulanti del recupero (come gli steroidi) devono essere instillate durante questo periodo sotto la supervisione di visite regolari dal medico. Due altri effetti avversi della PRK devono essere menzionati. Sono particolarmente rilevanti per il trattamento delle diottrie alte e nel caso in cui alcune misure preventive siano trascurate:

  1. Visione nebulosa persistente: foschia.
  2. Regressione: Dopo aver avuto una visione normale per qualche tempo, alcuni dei vecchi errori di rifrazione possono tornare.

Quando si preferisce la PRK?

  • Se c’è un’opacità (cicatrice) o una malattia specifica nella cornea oltre a un errore refrattivo, si può eseguire una terapia laser a doppio scopo (PRK).
  • Se l’anatomia dell’occhio non permette il posizionamento sicuro di un microcheratomo sull’occhio, allora possiamo scegliere la PRK invece della LASIK.
  • Se la cornea è troppo sottile per la LASIK, la PRK o la LASEK possono essere la procedura di scelta.
  • Se il paziente vuole che la chirurgia laser passi inosservata, anche al microscopio quando l’occhio viene esaminato, consideriamo la PRK o la LASEK.

Approfittate di una
pre-diagnosi GRATUITA!

Su richiesta e senza
alcun obbligo da parte vostra.

Consultazione gratuita al 100%. Analizziamo la vostra situazione, le vostre esigenze e aspettative. E stimiamo il budget necessario per : Volo + Hotel + Taxi + Chirurgia.

In ogni momento, si rimane sempre in totale controllo del processo. Serenità totale.

Informazioni sull'autore

Mora Risitas

Mi chiamo Mora Risitas. Ho più di 10 anni di esperienza come marketing manager nel settore medico. Ho lanciato con successo diversi prodotti sul mercato, compresi i dispositivi medici, e ho una grande passione per le vendite e il marketing.