Trapianto intestinale in Turchia

Stai considerando un trapianto intestinale in Turchia? Tutto quello che devi sapere sul trapianto intestinale a Istanbul: procedura, costi, recupero. Ottieni un preventivo gratuito per un trattamento di successo a Istanbul.

MiglioreClinica.com ti informa sul trapianto intestinale in Turchia e ti aiuta a prenotare un’operazione con chirurghi turchi qualificati. Questo contenuto è fornito solo a scopo informativo e non è destinato a sostituire il consiglio di un operatore sanitario.

Quanto costa un trapianto intestinale in Turchia?

Il costo di un trapianto intestinale varia tra i 50.000 e i 100.000 euro. Questo importo comprende gli onorari dei chirurghi e dell’équipe medica, le cure postoperatorie, compreso il monitoraggio medico, i farmaci immunosoppressori e le cure intensive, la degenza ospedaliera prima e dopo il trapianto e gli esami preoperatori.

Il trapianto intestinale è una delle operazioni chirurgiche più richieste nelle città di Istanbul e Ankara, in Turchia. Ospedali e cliniche utilizzano tecnologie molto avanzate. I chirurghi? Tra i migliori al mondo quando si tratta di trapianti di organi. Scegliendo questa destinazione per il vostro trattamento, beneficerete di un servizio superiore.

La nostra agenzia turismo medico può supportarti durante tutto il tuo percorso. Aiutiamo i pazienti internazionali a trovare la migliore offerta di trapianti a prezzi convenienti. Ci occupiamo di tutto, dalla pianificazione all’assistenza post-operatoria. Organizziamo il tuo viaggio nazionale e prenotiamo il tuo alloggio. Inoltre, la nostra agenzia coordina tutto, per te, con i migliori servizi medici turchi.

Cos’è un trapianto intestinale in Turchia?

Il trapianto intestinale è una procedura medica relativamente rara in tutto il mondo. In Francia, dal 1993, sono stati registrati solo 190 trapianti. Ma cosa comporta esattamente? Questo tipo di intervento ha lo scopo di sostituire un intestino malato o non più funzionale con un intestino sano. Questo raramente proviene da un donatore vivente.

Può comportare il trapianto dell’intestino tenue, del colon o di entrambi. L’intervento viene eseguito in strutture mediche dotate di attrezzature ultra-specializzate. Come ogni trapianto, richiede l’esperienza di chirurghi specializzati in trapianti. Il più competente? Li troverai senza dubbio in Türkiye.

Dopo il trapianto, il paziente può aspettarsi di riacquistare la normale funzione intestinale. Questo intervento gli fornisce un assorbimento ottimale dei nutrienti alimentari e quindi migliora la sua qualità di vita.

A chi è rivolto il trapianto intestinale in Turchia?

Per essere considerato un candidato ideale per questo intervento, ecco i criteri:

  • Adulti con meno di 100 cm di intestino tenue rimanente
  • Bambini con meno di 40 cm di intestino tenue rimanente.
  • Essere in buona salute generale
  • Avere una buona condizione fisica, indipendentemente dall’età, per poter sopportare un intervento chirurgico importante e il trattamento immunosoppressivo che seguirà l’operazione.
  • Non soffrire di alcuna malattia grave incontrollata: infezione attiva o cancro non trattato.

Continua a leggere il nostro articolo trapianto di rene, trapianto di midollo osseo, trapianto di fegato e trapianto di pancreas in Turchia.

Quando si può fare un trapianto intestinale in Turchia?

Questa è un’opzione definitiva per i pazienti internazionali che manifestano sintomi di disturbi gastrointestinali classificati come clinicamente incurabili. I chirurghi generalmente lo prescrivono a pazienti con:

  • Malattie congenite (sindrome dell’intestino corto, ecc.)
  • Malattie infiammatorie come il morbo di Crohn,
  • Casi di necrosi intestinale derivanti dall’interruzione dell’afflusso di sangue.
  • Gravi complicazioni chirurgiche
  • Ascessi cronici, tumori o altri problemi che bloccano l’intestino.

I candidati al trapianto intestinale in Türkiye vengono rigorosamente valutati da un team medico specializzato per determinarne l’idoneità.

Quali sono i rischi, le complicazioni e gli effetti collaterali?

Il trapianto intestinale, sebbene potenzialmente salvavita, comporta numerosi rischi, complicazioni ed effetti collaterali.

Rischi e complicazioni

  • Il sistema immunitario rifiuta di riconoscere l’intestino trapiantato (rigetto)
  • Il nuovo intestino può produrre cellule che attaccano i tessuti del ricevente.
  • A volte l’innesto intestinale può sviluppare problemi di vascolarizzazione che richiedono un intervento chirurgico.
  • In alcuni pazienti sottoposti a trapianto può svilupparsi a lungo termine un tipo di tumore del sangue (linfoma).

Effetti collaterali

  • Problemi gastrointestinali: dolore addominale, diarrea, ulcere, che possono colpire il sistema digestivo del paziente.
  • I farmaci immunosoppressori prescritti per prevenire il rigetto del trapianto possono causare ipertensione arteriosa e un aumento del rischio di sviluppare il diabete e alcuni tumori in alcune persone.
  • Stanchezza e debolezza

Monitoraggio e prevenzione

Il successo di un trapianto intestinale dipende in gran parte dal follow-up postoperatorio. Questi controlli medici regolari consentono di monitorare eventuali segni di rigetto del trapianto e di adeguare di conseguenza i farmaci immunosoppressori.

Quindi, anche la prevenzione delle infezioni è di grande importanza. Dopo un trapianto di intestino, il sistema immunitario viene indebolito dai farmaci. I trattamenti profilattici sono quindi essenziali per prevenire le infezioni. Ciò include antibiotici, antivirali e antifungini. Stiamo parlando di strategie di immunomodulazione.

Come avviene l’operazione?

Preparazione

  • Prima visita accompagnata da una serie di esami medici per valutare lo stato di salute generale del paziente. Comprende esami del sangue, imaging medico e valutazioni funzionali.
  • Preparazione mentale con psicologi e assistenti sociali che aiuta a prepararsi meglio mentalmente alla procedura.

Chirurgia dei trapianti

  • Il paziente riceverà l’anestesia generale e sarà quindi incosciente per tutta la durata dell’intervento.
  • Il chirurgo rimuove il suo intestino malato
  • L’intestino del donatore viene quindi impiantato e collegato ai vasi sanguigni e agli organi del ricevente. Questo passaggio determina il successo del trapianto.
  • L’équipe chirurgicacontrolla attentamente che il sangue circoli correttamente nel nuovo organo.
  • Dopo l’intervento chirurgico, durante le prime 24-48 ore il paziente viene trasferito nel reparto di terapia intensiva. I segni vitali, i parametri emodinamici e la funzione dell’innesto vengono attentamente monitorati.

Recupero e follow-up

Per individuare rapidamente eventuali complicazioni e garantire una buona qualità di vita al paziente, sono essenziali visite regolari dal medico per diverse settimane dopo l’intervento. Si consiglia di prenotare un alloggio vicino all’ospedale.

Quali risultati per un trapianto intestinale in Turchia?

I risultati sono ancora impressionanti. Il trapianto intestinale ha un tasso di sopravvivenza a un anno dell’80% negli istituti turchi specializzati. Queste cifre sono il risultato della competenza dei chirurghi turchi. Ma anche la qualità dell’assistenza postoperatoria gioca un ruolo enorme.

Quanto tempo resterà in Türkiye per questa operazione?

Dovrai rimanere in Türkiye per un periodo totale compreso tra 7 e 11 settimane

  • Arrivo da 3 a 7 giorni prima dell’intervento per valutazioni mediche e preparativi.
  • Ricovero ospedalieropost-operatorio tra 4 e 6 settimane.
  • Consultazioni, test e aggiustamento del trattamento per 2-4 settimane.

Perché fare un trapianto intestinale in Türkiye?

La Turchia è diventata una destinazione preferita per i trapianti di organi, compresi i trapianti di intestino. E questo per tanti motivi:

  • Si tratta di specialisti altamente qualificati, formati in istituzioni di fama mondiale che si occupano delle operazioni.
  • I centri trapianti sono gestiti da team multidisciplinari dedicati.
  • Le sue tecnologie mediche all’avanguardia consentono di fornire cure di alta qualità.
  • Molti ospedali turchi sono accreditati da organizzazioni internazionali
  • L’assistenza, dalla diagnosi al follow-up, comprese le operazioni ospedaliere, è più economica che nei paesi occidentali
  • Il paese è ben servito dai voli internazionali.

Approfittate di una
pre-diagnosi GRATUITA!

Su richiesta e senza
alcun obbligo da parte vostra.

Consultazione gratuita al 100%. Analizziamo la vostra situazione, le vostre esigenze e aspettative. E stimiamo il budget necessario per : Volo + Hotel + Taxi + Chirurgia.

In ogni momento, si rimane sempre in totale controllo del processo. Serenità totale.


Domande frequenti

Il trapianto intestinale in Turchia fa male?

In anestesia generale non sentirai alcun dolore durante la procedura. Dopo il trapianto potresti lamentare dolori addominali. Di solito ti vengono prescritti antidolorifici e antinfiammatori per controllarli.

Qual è il tasso di successo di un trapianto intestinale in Türkiye?

Con un tasso di sopravvivenza a un anno pari a circa l’80%, i risultati ottenuti in Turchia sono paragonabili a quelli dei migliori centri trapianti del mondo. Ciò che spiega il successo dei trapianti intestinali è la competenza, il know-how e soprattutto l’esperienza dei chirurghi turchi.

Qual è il paese migliore per il trapianto intestinale in Turchia?

Il sistema sanitario del paese è di altissima qualità. Inoltre, le équipe mediche sono altamente qualificate, ma anche estremamente esperte. L’ospedale che selezioniamo per te è dotato delle più moderne attrezzature e segue rigorosi protocolli assistenziali. Inoltre, beneficerai di un meticoloso follow-up post-operatorio.

Qual è l’età minima per un trapianto intestinale in Turchia?

Ogni caso di trapianto intestinale viene valutato individualmente in Türkiye. Vari fattori vengono presi in considerazione per determinare l’idoneità di una persona a questo intervento chirurgico. E questo per garantire il successo dell’operazione nonché un recupero ottimale. Pertanto, indipendentemente dalla sua età, il paziente idoneo beneficia delle cure più adatte alla sua situazione.

Qual è la durata minima del soggiorno in Turchia per un trapianto intestinale?

Dovresti attendere almeno 7 settimane se prevedi di sottoporti a un intervento chirurgico all’intestino tenue o al colon in Turchia. Il tuo soggiorno può durare fino a 11 settimane o anche oltre. La scadenza varia da caso a caso. Dipende principalmente dalle condizioni di salute del paziente e dalle raccomandazioni mediche relative alla sua condizione.

Qual è il rischio di un trapianto intestinale in Turchia?

Il rigetto del trapianto è il rischio più comune. I medici notano anche infezioni dovute a immunosoppressori e trombosi. I riceventi del trapianto possono anche lamentare ipertensione, diabete, dolore addominale e affaticamento in seguito alla procedura. Le équipe mediche in Türkiye sono abbastanza ben attrezzate per gestire queste complicazioni. Il loro obiettivo è fornire ai pazienti internazionali cure di qualità.

‍👩‍⚕ Richiedi un preventivo ➡️